Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.

Secondo round italiano per il team Trasimeno nel campionato mondiale SS300 e nel campionato Europeo Superstock 1000.

Nella categoria delle 300 Angelo Licciardi, il pilota del team Trasimeno, pur se ancora dolorante al piede fratturato ad Assen, nella Superpole1 di ieri aveva ottenuto il 16mo tempo e quindi oggi ha preso il via dalla sesta fila in una giornata molto calda e ventilata. Angelo partiva bene e manteneva la sua posizione, per poi risalire la classifica sino al quattordicesimo posto. Grazie ad un ritmo veloce il pilota belga recuperava posizioni giro dopo giro per poi tagliare il traguardo al nono posto.
Nella qualifiche della Superstock1000 lo svizzero Bryan Leu aveva incontrato notevoli difficoltà di assetto e soprattutto una scarsa aderenza all’anteriore che lo aveva costretto a prendere il via dalla decima fila nella gara odierna. Dopo una buona partenza leu stava recuperando terreno quando al secondo giro è stato vittima di una scivolata che ha purtroppo posto fine alla sua gara. Il calendario del mondiale WSS300 e dell’Europeo Superstock 1000 presenta ora una lunga pausa estiva di due mesi e tornerà in pista nel weekend del 18,19 e 20 Agosto in Germania, sul circuito del Lausitzring.

Angelo Licciardi : “E’ stata una buona gara, soprattutto perché venivo da alcune gare sfortunate nelle quali non avevo raccolto punti. Il nono posto odierno non è il risultato che volevo ottenere, ma visti i problemi che avevamo avuto nelle prove e la mia condizione fisica ancora precaria per la frattura al piede, lo accetto volentieri e lo considero come un puto di partenza per le prossime gare nelle quali punterò a fare meglio. Grazie al mio team che mi ha aiutato molto anche qui a Misano”.

Bryan Leu : “Un weekend da dimenticare. Ho fatto fatica sia nelle prove che nelle qualifiche a causa della mancanza di grip e oggi in gara non appena ho provato a spingere un poco più forte sono caduto. Giriamo pagina e guardiamo al prossimo appuntamento in Germania ad agosto, dove spero di poter fare una gara decisamente migliore. Ringrazio i miei tecnici che si sono impegnati molto”.

Misano World Circuit – Italia

Campionato Europeo Stock 1000 - Gara: 1) Faccani (BMW) – 2) Rinaldi (Ducati) – 2) Tamburini (Yamaha) –
3) Scheib (Aprilia) – 4) Vitali (Aprilia) – 5) Marino (Yamaha) – 6) Razgatlioglu (Kawasaki) ........ n.c.) Leu (Yamaha)


Campionato mondiale WSSP 300 – Gara: 1) Perez (Honda) – 2) Pontone (Yamaha) – 3) Coppola (Yamaha) – 4) Loureiro (Yamaha) – 5) Schotman
a) ........... 9) Licciardi (Yamaha)